Google+ Followers

Translate site your language

domenica 17 marzo 2013

Martino Berio - 1903/1968 - SACERDOTE

Martino Berio - 1903/1968
SACERDOTE

Teto di Henry Berio


Nato ad Imperia Oneglia il 15 settembre 1903, non conobbe i suoi genitori che lo lasciarono orfano all'età di pochi anni.

Per questo , anche già avanti negli anni, ripeteva talvolta le parole del Salmo: " Mio padre e mia madre mi hanno abbandonato, ma il Signore mi ha accolto..." (S/27,10).

Nel 1915 entrò nel seminario di Susa, e durante i durissimi anni della guerra, dimostrò eccezionale spirito di sacrificio e generosità.


Inviato ad Assisi per l'anno di noviziato, emise la professione semplice ol 1° novembre 1921 e la solenne l'8 dicembre 1924.


- Studiò poi a Roma, terminando la teologia a Susa, ove fu ordinato sacerdote il 13 febbraio1927.

- Iniziò allora la sua molteplice attività sacerdotale, difficile da sintetizzarrsi.


- Vicerettore nel collegio di Susa;

- assistente del Circolo giovanile di S. Francesco d'Albaro in Genova(1929-31);

- ancora a Susa come rettore(1932-37);

- guardiano nel convento della Madonna della Guardia in Torino(1940-46), di cui due volte ricostruì i muri caduti per i bombardamenti;

- guardiano di S. Francesco di Genova Bolzaneto (1946-49),

- e poi in Honduras, dove la Provincia aveva all'epoca l'intenzione e la possibilità di fondare un convento e una missione.

La cosa purtroppo non ebbe seguito, e p. Martino tornò in Italia, a S Francesco d'Albaro in Genova.



Tenne qui per più di 10 anni la direzione dell'OFS, allora fiorente, profondendovi tutto il suo impegno e dimostrando tutto il suo amore per il Serafico Padre.

Predicatore valente, di stile nobile e chiaro era anche molto richiesto per la direzione spirituale.

La malattia lo colse dapprima insensibilmente, poi gradualmente, fino a privarlo dell'uso delle gambe.

Eppure il suo spirito era sempre sereno e paziente, e nel suo volto e nelle sue parole si manifestava il presentimento della conclusione imminente, senza timore o dispiacere.

Spirò, con la preghiera sulle labbra, nella clinica Villa Serena, dove era stato ricovera to da pochi giorni causa l'impossibilità di prestare in convento le cure adeguate.

Morì all'alba dell'8 settembre 1968, Natività di Maria SS.ma.




I funerali si svolsero in S. Francesco d'Albaro, presenti mons. Francesco Mazzieri OFM Conv., vescovo missionario, e una larghissima partecipazione di sacerdoti e fedeli di Genova e Torino.

Riposa nel cimitero di Staglieno in Genova.

( da un articolo di giornale di cui non è possibile risalire all'autore)

ducumentazione fornita dall'utente H. BERIO - da contattare per scambi d'informazione

Nessun commento:

Post più popolari