Google+ Followers

Translate site your language

domenica 30 giugno 2013

Famiglia Canepa di Santa Margherita Ligure - GE

patricio_schneider@hotmail.com 19 aprile 2013 04:22

scrive:

Hola soy de argentina, el padre de mi abuela nacio en santa margherita ligure en 1887, su nombre era giovanni battista giuseppe CANEPA, hijo de Agostino Canepa y Caterina Figari, si tienes mas datos por favor contactarme en patricio_schneider@hotmail.com

Muchas gracias

giovedì 27 giugno 2013

Famiglia FERRINI

quisiera informacion, si alguien conoce el origen del apellido ferrini, estoy haciendo mi arbol genealogico y quisiera empezar con su significado.gracias desde ya.mechi

Vorrei informazioni, se qualcuno conosce l'origine del nome di Ferrini, sto facendo il mio albero genealogico e vorrei iniziare la significado.gracias da ya.mechi
 ------------------------------------------------
FERRINI  è un cognome Toscana anche se diffuso in Itallia Emilia Romagna, Lazio e Marche 
Ferrini dovrebbe derivare da Ferrinus lavoratore del ferro ( fabbro )

sabato 22 giugno 2013

GEMELLAGGIO CON LA FAMIGLIA BERIO di Saint Juan DI Portorico

San Giovanni  14 -25 giugno 2013

Gemellaggio con la famiglia BERIO 
di Saint Juan
di PORTORICO

Sabato 22 giugno alle ore 16.30
 presso l'HOtel Rossini al Teatro 

Si terrà una breve cerimonia , alla presenza delle Autorità cittadine , in occasione della quale i BERIO di Portorico illustreranno la loro cultura

Si ringrazia IMPERIA TV sempre presente quando si tratta di  raccontare fatti che riguardano la nostra terra e le nostre origini.



venerdì 21 giugno 2013

FAMIGLIA BERIO


Il Sig. Claude Martin, ( Berio)


ALBERO GENEALOGICO FAMIGLIA  
Giovanni Agostino BERIO
1827-1895

NELL'ALBERO GENEALOGICO ho inserito  nuovi elementi... Sono stati aggiunti  i genitori i inonni e i fratelli  -  sorelle del  mio antenato Giovanni Agostino BERIO

cittadino francese scrive che:

...... Sto effettuando delle ricerche storiche su alcuni membri della mia famiglia originaria di Oneglia il cui cognome é BERIO.


Vi sarei grato qualora poteste inviarmi delle informazioni relative ai seguenti soggetti:


1) BERIO Giovanni Agostino, nato a Oneglia il 14.10.1827, commerciante di olio, coniugato con Jeanne Marie RAYNAUD a Arles nel 1857, deceduto a Marsiglia, (Francia) il 22.05.1875 (é il mio bisnonno materno), 

2) BERIO Anais in ARDOINO, di Giovanni Agostino e RAYNAUD Jeanne Marie, nata il 26.10.1860 a Aix en Provence (Francia) e deceduta forse a Oneglia nel 1945.

Di BERIO Giovanni Agostino ignoro paternità e maternità e sarebbe percio’ utile ottenere un estratto di atto di nascita con menzione di:


- luogo esatto di nascita (frazione, via, ecc)
- nome e cognome dei genitori e loro data e luogo di nascita.
- data e luogo del matrimonio dei genitori

Ho alcune informazione su Giovanni Agostino che posso condividere con lei.

Grazie per la sua attenzione    Claude Martin,     

sabato 13 dicembre 2003

Si fa appello a tutti i visitatori di questa comunità  di aiutare il sig  Claude Martin nella sua ricerca ed inviarle le notizie a dolfrang@libero.it  o direttamente all'inserzionista ccmartin@mac.com .
grazie Dolmetta Angelo

giovedì 20 giugno 2013

Dall'Argentina: Famiglia Languasco - Amoretti - di Imperia

Deseo tener contacto con personas de mi apellido - Languasco - residentes en Imperia.

Tambien quiero conocer el significado y el probable origen de nuestro apellido.

Mi tatarabuela era de apellido Amoretti, por lo que igualmente tendrè un gran placer recibiendo noticias de alguno de ellos.

Pueden escribir en italiano o en frances, porque mi mujer conoce ambos idiomas.

Espero noticias.

Adrien Languasco - Saladillo - Argentina

mercoledì 19 giugno 2013

Famiglia BERIO di Tolone originaria di Badalucco e Oneglia e Porto Maurizio


Inviato: 29/12/2005 0.41

Famiglia Berio di Tolone
Madame H.ROSTAGNI da TOLONE scrive:


Mon arrière grand mère Catherine BERIO est décédée à PORTO Maurizio en  18 02 1891, elle etait épouse POGLIANO NATALE, âgée de 40 ans elle laissait 7 jeunes garçons. 

Elle était fille de Berio Carlo Ou Boreo, et de AGNIBERTI o u  ANGHIBERTI Felicita. une partie de la famille BERIO est allée à NICE 06, il sont un caveau à CAUCADA, cimetière de NICE.

Ma mère me (l'a montré en 1992, elle appartient à la famille du cousin germain à son père, cousin UCINETTO BERIO,  il y a des descendantes mais j'ignore leur patronyme.

Je suis venue à TOULON en épousant Mr Alain ROSTAGNI, je suis née à NICE, professeur des Ecoles, de Mr Félix PANIZZI, dont le grand - père était de BADALUCCO, ma mère étant Anna Catarina POGLIANO dont le père était né à ONEGLIA en 1887 de Natale et Catarina BERIO

 Madame H.ROSTAGNI TOULON 83200


Chi possiede notizie in merito a questo ramo della famiglia Berio di Tolone 챔 pregato d'inserirle in questa pagina cliccando su "RISPONDI" grazie

lunedì 17 giugno 2013

FAMILIA CORRADI di Porto Maurizio ( Imperia )


Encuentro de Familia Corradi-

Luogo: Santa Fe- Argentina
Data: Aprile 2007.

Mi bisnonno, Maurizio Giuseppe Corradi. Nato a Porto Maurizio en Ottobre 1860- Figlio da Bartolomeo Corradi e Anna Salvo.

Deseo contactarme con posibles parientes para completar arbol geneal처gico, e invitarlos al Encuentro de la Familia Corradi.

Quienes tengan interes, contactarse antes del 30 de Octubre de 2006.

Un abrazo desde Santa Fe, Argentina

                                                         Emilia Corradi  (Mily)

sabato 15 giugno 2013

Famiglia "ALBERTI" di Albenga SV - Uruguay

Necesito encontrar en Albenga, la partida de nacimiento de Maria Nicolasa Alberti Agen nacida en l852
Vivo en Montevideo Uruguay
Alguien de Liguria , que pueda ayudarme
Era Hija de Juan Alberti y Tomasa Agen
Gracias Lydia

giovedì 13 giugno 2013

Il naufragio della nave Sirio - con emigranti Liguri e italiani a bordo.


I lIguri che nel 1900  emigravano in America si imbarcavano a Genova, alcune navi facevano sosta anche a Oneglia  per proseguire per Nizza, marsiglia e la Spagna.
Molti furono i naufragi  tra questi quello della nave Sirio  che faceva rotta Genova- Argentina


http://comunidad.dateas.com/carlo-languasco

Secondo i registri di immigrazione, Carlo Languasco nazionalità è italiana e religione cattolica.

Operaio di professione,  imbarcato a Genova è arrivato in Argentina sulla nave Sirio 


Sapete di questa persona o per sapere di più su di lei? Invia il tuo commento!



martedì 11 giugno 2013

GASPARE AMORETTI di PORTO MAURIZIO

Da Mosca Il Sig. Amoretti Alessio Scrive:

Gaspare Amoretti
(bisnonno del Sig Amoretti Alessio)


Gaspare Amoretti nacque nel 1870 e Porto Maurizio, ma visse ed operò sopratutto a San Remo

In gioventù fu amico dello scrittore e patriota Giuseppe Cesare Abbe, di lui assai più anziano, che probabilmente esercitò una notevole influenza sulla sua visione politica e sulle sue scelte di vita.

A San Remo Gaspare si fece ben presto una certa notorietà come agitatore socialista e fu poi, nel 1921 come delegato a1 Congresso di Livorno, tra i fondatori del Partito Comunista Italiano.

Nel periodo fascista subì a più riprese la angherie delle Camicie nere, ma seppe fronteggiarle con coraggio e dignità rimanendo sempre un punto di riferimento per quanti si opponevano alla dittatura.

Nella ricorrenza del decennale una banda di facinorosi irruppe in casa sua imponendogli a forza l'esposizione del tricolore al balcone dell'abitazione.

Qualche antifascista vedendo la bandiera avrà pensato: "Ecco! Anche 1'Amoretti ha ceduto!".

Ma poi, passata la festa, tutti i buoni sanremesi riposero negli armadi di casa ì vessilli più o meno volontariamente esposti ed unica rimase, soggetta all'azione del sole, della pioggia, del vento, la povera bandiera del balcone di Amoretti- Appesa in bella vista al suo pennone, col tempo si sgualcì, scolorì, perse corpo e consistenza, marcì a lungo senza che alcuno accorresse in suo soccorso.

Il messaggio ironico, sottile, indirizzato a coloro che volevano e che non volevano sentirlo fu sufficientemente chiaro: "In questa casa non si celebrano ì fasti di regime, le iniziative dei fascisti non ci riguardano, qui siamo antifascisti, esistiamo e resistiamo!

Gaspare aveva una spiccata predisposìzíone per le discipline umanistiche.

Lavorò per la casa editrice Carlo Signorelli redigendo ad uso scolastico compendi commentato di opere di autori italiani.

In età avanzata preparava un commento alla Divina Commedia che non riusci a terminare.

La sua attività principale fu però sempre l'insegnamento privato del greco e del latino.

Fu sempre circondato dalla stima e dall'affetto dei suoi,numerosi allievi, dei compagni e dei cittadini sanremesi.

Questi non esitarono ad aiutarlo quando, ormai settantenne e molto malato, non fu più in grado di lavorare.

Gaspare si unì in matrimonio con una giovane di Marsiglia,Carolina Margier.

Ebbero tre figli: Francesco, Rosetta e Giuseppe

L'ultimo doveva essere chiamato Garibaldo, ma l'impiegato dell'anagrafe (per fortuna!) sì oppose.

Questionarono per un pò e raggiunsero un compromesso: il piccolo incolpevole fu chiamato Giuseppe, Garibaldo (la virgola é Importante).

Occorre dire che Giuseppe di questo secondo nome fu sempre molta fiero. Per gli amici ed i compagni di lotta fu sempre "Baldo".

Gaspare e Carolina vissero in povertà ed armonia più di mezzo secolo, superando prove difficili (il lungo carcere di Baldo), la morte del nipotino Giannino, figlio di Rosetta, travolto da una motocicletta all'uscita da scuola, le angherie dei fascisti).

I due sopravvissero anche a Baldo, ma non lo vennero mai a sapere perché questo dolore fu loro intenzionalmente risparmiato. 

Gaspare mori nel 1949.

E' stato detto che ai suoi funerali partecipò "tutta San Remo".

venerdì 7 giugno 2013

LOS ITALIANOS EN EL CERRO PASCO

dal Blog di 


Blog del Profesor 
César Pérez Arauco



Los Italianos en el Cerro de Pasco



( attivare il traduttore automatico )

........ La maggior parte di coloro che sono venuti a "fare l'America", è venuto da Genova, Liguria, Oneglia, Piemonte, Lombardia, Veneto, Chiavari, Sori, Ferrada, Zoagli, Como e Santa Margherita.Così, Rosazza venuto dalla provincia di Biella, nella regione Piemonte, La Acquaronne, da Porto Maurizio, Provincia Imperia, Liguria, la regione Cortelezzi Como, Languasco Oneglia, Agostini, la gente di San Giuliano di Puglia, provincia Capobasso, regione di Milano, Badaracco, della regione Lombardia, la provincia Albertini, villaggio Levarange, di Brescia, regione Lombardia, ecc, ecc, ecc.......

http://pueblomartir.wordpress.com/2010/04/30/los-italianos-en-el-cerro-de-pasco/

sabato 1 giugno 2013

Martino Berio fu Maurizio

Martino Berio fu Maurizio

CALZOLAIO

Il mio bisnonno Martino faceva il calzolaio in via Pira, rimasto vedovo andò ad abitare con i nipoti Martinotto (orfano) e Jeny (la figlia di sua sorella Maria operaia all’ Agnesi) nelle nuove case della società operaia di Oneglia in via Santa Lucia.

Maria emigrata a Nizza con i fratelli Arturo e Paolito, era tornata ad Oneglia e aveva trovato lavoro all’Agnesi, aveva sposato Ildago Macchetti e aveva partorito Jeny Cleofe, alla quale aveva dato il nome della prima moglie di suo fratello Arturo.

Rimasta vedova era andata ad abitare col padre in via Santa Lucia.

Nella famiglia del calzolaio Martino la sera intorno al focolare mentre le donne cucivano si leggeva i Promessi Sposi e il Fabbro Operoso o l’ Angelo Risvegliato romanzi socialisti di Angelo Silvio Novaro, prima che aderisse al Partito fascista di Mussolini che lo nominò in extremis Accademico d’ Italia.

Conservo ancora quel libro dei Promessi Sposi con alcune pagine bucate da un moccolo una candela quando il sonno vinse la voglia di istruzione.

Maria emigrata a Nizza con i fratelli Arturo e Paolito, era tornata ad Oneglia e aveva trovato lavoro all’Agnesi, aveva sposato Ildago Macchetti e aveva partorito Jeny Cleofe, alla quale aveva dato il nome della prima moglie di suo fratello Arturo.

Rimasta vedova era andata ad abitare col padre in via Santa Lucia.

Nella famiglia del calzolaio Martino la sera intorno al focolare mentre le donne cucivano si leggeva i Promessi Sposi e il Fabbro Operoso o l’ Angelo Risvegliato romanzi socialisti di Angelo Silvio Novaro, prima che aderisse al Partito fascista di Mussolini che lo nominò in extremis Accademico d’ Italia.

Conservo ancora quel libro dei Promessi Sposi con alcune pagine bucate da un moccolo una candela quando il sonno vinse la voglia di istruzione.

testo di Aldo Berio

Post più popolari