Google+ Followers

Translate site your language

giovedì 3 gennaio 2013

Le origini dei Berio secondo Narciso Drago

Note di Narciso Drago
sulla famiglia Berio

I più antichi libri parrocchiali di Castelvecchio SMM risalgono al 1590 e il casato Berio è già presente.

Secondo Ludovico Giordano il casato è di origine gallica e si è formato nella nostra zona a seguito della disfatta di Carlo VIII nella battaglia di Fornovo nel 1495.

Per il Giordano, una prova che il cognome è originario di oltralpe sarebbe dato dal soprannome di "Galli" con cui erano nominati a Castelvecchio i componenti la famiglia in questione la cui ditta assunse sempre una maggiore importanza nel commercio (oleario) espandendo la sua attività in Italia e nel Mondo.



Il primitivo stabilimento di Castelvecchio (quello che ancora si nota nel così detto "Giro dei Galli") non bastava più e ne fu costruito uno nuovo in via Garessio nel 1923.

Nel Santuario di Santa Maria Maggiore a sinistra entrando, c'è l'altare dell'Angelo Custode.

Subito dopo, passato il pulpito, esiste una cappella senza balaustra, stile barocco, con un quadro rappresentante la Natività della Madonna, con dipnto, in alto, Sant'Anna con la Bambina sulle ginocchia e che poggia i piedi su teste di angeli.

A sinistra di S.Anna si vede S.Lucia davanti alla quale un angelo sorregge un vassoio con i due occhi della martire.

La cappella è di proprietà della famiglia Berio che era proprietaria della "pianura" già olivata che si trova tra via 4 Novembre, gli antichi frantoi e l'alveo del torrente, sito ormai tutto edificato con abitazioni civili, la nuova chiesa parrocchiale e gli impianti sportivi dell'oratorio.

di Narciso Drago


Si ringrazia l'amico Narciso Drago esperto conoscitore della storia di Imperia

Nessun commento:

Post più popolari